Se qualcuno vi chiama: pulla!

Se qualcuno vi chiama "pulla" per strada o in qualunque posto vi capiti vi raccomando di non esser timide e di ricambiare con parole pacate e il vostro solito savoir fair. Siate signore, insomma. Vi suggerisco dunque una serie di risposte tipo: jecca sangu, ti siccassi u cori, t’avissiru a spremmiri u cirivieddu, chi ti scoppiassi a vina centrale ra centralina ro cuori, a gghiccari na piscina ri sangu e mi c’haia fari i tuffi, a gghiccari sangu ra vina mastra ra tavula ro piettu, t’ha scoppiari na pompetta ru stomaco, a gghiccari sangu ru cuori fino a inchiri ‘u sculapasta e per gentile suggerimento di Empuse anche: a ghiccari sangu a fruciuna ri piari (devi buttare sangue a copiosi fiotti dai piedi), ti siccassiru i aggi (ti seccassero le cannarozza, le corde vocali) e ‘a ghiccari vilianu (devi buttare veleno).

da "L’arte della profumiera"

This entry was posted in Generale. Bookmark the permalink.